In Nome di Adil Belakhdim

Attualità & Cronaca

Di

UN GRUPPO DI ATTIVISTI SI È RIUNITO DAVANTI AL PUNTO LIDL DI BENEVENTO
PER PROTESTARE CONTRO L’UCCISIONE DI ADIL BELAKHDIM, COORDINATORE
SINDACALE SICOBAS TRAVOLTO DA UN CAMION FRIGO DURANTE UN PICCHETTO NEL
PIAZZALE DEI MAGAZZINI LIDL DI BIANDRATE. “COMPLICE CHI RESTA IN
SILENZIO, ADIL VIVE” RIPORTA LO STRISCIONE ESPOSTO DURANTE LA PROTESTA
DAVANTI AL PUNTO VENDITA LIDL DI BENEVENTO.

Oltre allo striscione, gli attivisti del gruppo “Disobbedienza Creativa” hanno incollato a terra impronte di sangue e sagome del
sindacalista travolto. I manifestanti sono stati alla fine allontanati dai vigilanti davanti alla Lidl, che hanno posto fine alla protesta.

«Chi acquista è complice di chi sfrutta i lavoratori e reprime sacrosante rivendicazioni. Manifestiamo il nostro dissenso e profondo
sdegno contro gli abusi e l’ennesimo sopruso da parte di multinazionali, grandi gruppi e corporation. Continuano le esclation
di ingiustizia verso i lavoratori di questi colossi commerciali, in quanto a condizioni lavorative e mancanza di tutele. E chi lo paga
questo conto? Lo ha pagato Adil, lo hanno pagato in tanti, in troppi per troppi anni. Lo paghiamo tutti, anche senza saperlo.

“Se restiamo in silenzio siamo Complici”dichiarano gli attivisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube