Baschirotto e Di Francesco. Il Lecce stende l’Atalanta in due minuti

Prima vittoria casalinga in campionato per i giallorossi

Sport & Motori

Di

LECCE – Il Lecce trova la prima vittoria casalinga in campionato. I salentini battono l’Atalanta 2-1. Decide la partita un micidiale uno-due firmato Baschirotto e Di Francesco. I gol nell’arco di soli due minuti, tra il 29’ e il 30’ del primo tempo, a conclusione di una prima mezz’ora di gioco in cui si è visto probabilmente il miglior Lecce della stagione.

Una serata da incorniciare per la squadra giallorossa, che si porta a +5 nella corsa salvezza, in attesa di giocare l’ultima gara contro la Sampdoria (sabato prossimo ore 18.00) prima della sosta del campionato per il Mondiale.

L’Atalanta, irriconoscibile e in grande difficoltà nel primo tempo, ha provato a raddrizzare la partita nella ripresa, dopo essere riuscita ad accorciare le distanze con Zapata prima dell’intervallo. Tante le occasioni, soprattutto con Okoli al 57’ e poi con Koopmeiners che al 78’ si divora il pari. Alla fine però i bergamaschi non sono riusciti a scardinare la buona difesa dei padroni di casa; che peraltro non si sono limitati a difendere, trovando anche nel secondo tempo e in più occasioni il modo per impensierire la Dea.

Seconda sconfitta per i ragazzi di Gasperini dopo lo stop casalingo dello scorso turno di campionato contro il Napoli. Per loro sfuma l’occasione di agganciare il Milan al secondo posto in classifica.

Baroni

Grande soddisfazione  per l’allenatore del Lecce, Marco Baroni nella conferenza post gara: “Voglio elogiare tutti non tanto per la vittoria, che è sotto gli occhi di tutti, ma per l’atteggiamento, per la prestazione. Complimenti a tutti, anche a chi è rimasto a guardare i compagni giocare”.

Il tecnico giallorosso è tornato anche sulle precedenti prestazioni dei suoi ragazzi: “Questa squadra ha sbagliato pochissime partite, non è che prima non si lavorasse. Non è facile dare il ritmo, capire come tenere lontano gli avversari dall’area di rigore. Il nostro modo di allenarci è sempre lo stesso. Ci vuole fede, da parte di tutti, bisogna lavorare nella stessa direzione. I miei calciatori sono giovani, alle prime esperienze, l’impatto con questo campionato non è facile”.

Soddisfazione anche per la tenuta atletica dei giallorossi, tutt’altro che scontata dopo la gara di Udine: “Se vai forte, se aggredisci, l’avversario va in difficoltà. Abbiamo speso molto, dobbiamo far crescere chi gioca meno, come Colombo che ha giocato ancora meglio che a Udine. Lui ci serve tanto, anche per caratteristiche, questa è la strada”.

Gasperini

Delusione invece nelle parole dell’allenatore dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini: “Il Lecce ha fatto delle ottime prestazioni quest’anno e anche oggi ha giocato una gara aggressiva e dinamica. Noi abbiamo buttato via il primo tempo con i due gol subiti, poi abbiamo riaperto la partita. Il problema è stato in fase difensiva, dove abbiamo ballato un po’ troppo; poi nella ripresa ci sono stati tanti duelli e non siamo riusciti a fare molto“.

Troppe rotazioni? Non credo, sono giocatori di tutto rispetto quelli visti in campo. Non credo sia stato questo il problema. Era giusto vederli in campo. Abbiamo preso gol da due ingenuità. Poi noi abbiamo 26 calciatori che non possono soltanto essere allenati, ma devono essere anche impiegati in campo“.

Il tabellino

LECCE (4-3-3): Falcone; Gendrey (83’ Umtiti), Baschirotto, Pongracic, Gallo; Blin (72’ Bistrovic), Hjulmand (cap.), Gonzalez; Strefezza (63’ Oudin), Colombo (72’ Ceesay), Di Francesco (63’ Banda). A disposizione: Bleve, Brancolini, Cetin, Askildsen, Tuia, Helgason, Listkowski, Voelkerling, Pezzella, Rodriguez. Allenatore: Baroni

ATALANTA (3-4-1-2): Sportiello; Zortea (80’ Boga), Okoli, Djimsiti; Soppy (46’ Mahele), De Roon (cap.) (46’ Koopmeiners), Ederson, Ruggeri; Pasalic (68’ Lookman); Zapata, Malinovskyi (80’ Hojlund). A disposizione: Musso, Rossi, Toloi, Palomino, Vorlick, Demiral, Hateboer, Scalvini. Allenatore: Gasperini

Marcatori: 29’ Baschirotto, 30’ Di Francesco, 40’ Zapata

Ammoniti: 68’ Pongracic, 76’ Zortea, 87’ Koopmeiners

Arbitro: Aureliano; assistenti: Pagliardini e Scatragli; quarto uomo: Paterna

Var: Nasca di Bari; assistente Var: Longo

di Giuseppe Nuzzo

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube