La vita in carcere per un minore. Quanti sono i detenuti con meno di 18 anni

Attualità & Cronaca

Di

Quasi la metà dei reclusi rientrano nella fascia dei “giovani adulti” e più della metà sono stranieri. Poche le donne, appena 10. Ma ogni giorno passano per un istituto di pena 381 ragazzi

di Stefano Barricelli

© Hermes Images / AGF

AGI – Al 15 dicembre scorso erano 400 in Italia i detenuti negli istituti penali per i minorenni (390 uomini e 10 donne): 27 hanno tra 14 e 15 anni, 179 tra 16 e 17 anni, 135 tra 18 e 20 anni e 59 tra 21 e 24 anni; 199 sono italiani e 201 stranieri.

Sono dati del ministero della Giustizia, comprendenti anche i cosiddetti “giovani adulti” – ragazzi tra i 18 e i 24 anni compiuti – la cui presenza negli istituti per minori “ha assunto nel tempo un’importanza crescente”. Il maggior numero di detenuti (50) è ospite di Nisida; 45 si trovano sia a Bologna che a Roma, 42 a Milano, 37 ad Airola (Benevento), 35 a Torino e 29 a Catania.

Gli ingressi sono stati 1.459 dall’1 gennaio, 381,6 le presenze medie giornaliere. Dei 2.121 reati complessivamente contestati quest’anno ai detenuti negli istituti per minorenni, la stragrande maggioranza (il 61,2%) riguarda reati contro il patrimonio (in particolare, furti, rapine, estorsioni e ricettazione); a seguire i reati contro la persona (il 18,9%, per lo più lesioni volontarie) e quelli contro l’incolumità pubblica (7,3%).

Frequenti anche le violazioni delle disposizioni in materia di sostanze stupefacenti. Sempre al 15 dicembre scorso, 21 minorenni erano presenti nelle comunita’ ministeriali e 908 in quelle private: complessivamente, risultano in carico agli uffici di servizio sociale per i minorenni (Issm) 14.221 ragazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube