Ucciso un giovane iraniano che aveva studiato a Bologna

Mondo

Di

Amnesty rivela il caso di Mehdi Zare Ashkzari, deceduto dopo venti giorni di coma in seguito alle torture subite in carcere
© John Macdougall/ AFP – Proteste a Berlino a sostegno dei manifestanti iraniani

 

AGI – Un giovane iraniano che aveva studiato all’Università di Bologna, Mehdi Zare Ashkzari, è morto in Iran dopo 20 giorni di coma in seguito alle torture subite in carcere. Lo ha fatto sapere Amnesty International. Ai tempi dell’Università, ricorda Amnesty,

Ashkzari lavorava alla Pizzeria Ciao e due anni fa era tornato in Iran per stare con la madre. Per ragioni finanziarie non è piu’ tornato e oggi si è saputo che è morto dopo essere stato pesantemente torturato, vittima come centinaia di altri giovani della violenta repressione da parte del regime di Teheran delle proteste iniziate lo scorso 16 settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube