Le FS creano debito pubblico senza autorizzazioni?

Economia & Finanza

Di

IL 1 lotto av, Sa/RC _Una penalizzazione delle attività commerciali e delle aziende agricole. Una realtà che riporta la battaglia democratica che un nugolo di persone, qualche sindaco hanno intrapreso per il folle progetto alta velocità, Battipaglia/ Romagnano al quale ora si aggiunge il rifacimento di un casello autostradale più una bretella di collegamento: a Eboli!

Cemento più sottrazione di pregiatissimo suolo agricolo e, indirettamente ricadute negative sul commercio.

Ma non è finita! Basta leggere il Contratto di Programma, sezione Investimenti, che il ministro dei trasporti Salvini ha sottoscritto con Rete Ferroviaria Italiana. A Eboli e Campagna, per gli elevati impatti ambientali e sociali che una lettura superficiale e irresponsabile del progetto AV, credeva fossero limitati solo alle 120 famiglie espulse di Pezza delle Monache, più i 218 provvedimenti di esproprio oggi si nutre di una più estesa consapevolezza e, di 317 ulteriori provvedimenti di esproprio dovuti ai citati nuovi progetti viari.
Nella stessa area territoriale di Eboli si cumulano gli effetti sociali e ambientali dell’alta velocità, dell’adeguamento funzionale dello svincolo di Eboli, connessa alla sistemazione della viabilità locale come risulta dal Piano Anas con costo di 16.090.359 euro totalmente finanziato.
Infine la bretella Contursi/Agropoli (collegamento A-2 / variante statale 18) finanziata con il Fondo Sviluppo e Coesione e presente nel Patto per lo Sviluppo della Regione Campania.

Il progetto di fattibilità tecnica economica dell’intervento in oggetto prevede un collegamento a scorrimento veloce tra Agropoli e l’autostrada A2 del Mediterraneo mediante una strada che, dallo svincolo di Agropoli Sud della SP430, attraversa i territori dei comuni di Agropoli, Capaccio, Albanella, Altavilla Silentina, Serre ed Eboli sino ad arrivare sulla A2 con la realizzazione di un nuovo svincolo tra Eboli e Campagna.

Previsti 7 svincoli che consentono il collegamento dell’asse stradale di progetto con le viabilità esistenti, una galleria di 750 metri, 2 ponti e 4 viadotti di cui il più lungo di 5.155 metri.

Sono state studiate tre alternative di tracciato, che differiscono tra loro nel tratto di attraversamento dell’area di confluenza del fiume Calore nel fiume Sele.
Il progetto si inserisce nell’area interclusa tra questi due fiumi, area caratterizzata da un’alta sensibilità dal punto di vista idraulico e del relativo rischio connesso.

Il territorio è di notevole rilevanza naturalistica e paesaggistica, sono infatti presenti numerosi vincoli territoriali di carattere ambientale, antropico ed idrogeologico.

L’intervento è inserito all’interno del Patto per lo sviluppo della Regione Campania, stipulato il 24 aprile 2016 tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione, per un importo previsto di 40 mln di euro per il tratto di 8 km in adeguamento e di 330 mln di euro, per il tratto ex novo di 24,8 km.
La progettazione è finanziata con i fondi Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020 (Delibera CIPE 26/16); è inserito nella delibera CIPE 1/2022 “Fondo sviluppo e coesione 2021-2027 – Anticipazioni al Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili” con una assegnazione per i lavori di 370.000.000,00 mln di euro.
Duecentodieci procedure di esproprio, per alta velocità e 317 per bretella e spostamento casello autostradale, davvero Cristo si è fermato ad Eboli.

L’incredibile però lo si legge nel Contratto di Programma delle Fs sezione investimenti.
Dopo aver modificato il tracciato dell’alta velocità che seguiva il corridoio lungo la costa , previsto nell’Allegato Infrastrutture al Documento di Economia e Finanze 2018 , dal Contratto di Programma Aggiuntivo 2020/2021 e devastato con opere civili ad elevatissimo impatto ambientale e carbonico ( il 40% dei 450 Km tra Salerno e Reggio Calabria è fatto di gallerie!!!) e finanziato parzialmente ( 83,3 %) il lotto Battipaglia/ Romagnano non con sovvenzioni del PNRR , ma prestiti si legge nel Contratto di Programma 2022/2026 Tabella A , “ Portafoglio Investimenti in Corso e Programmati A09 -Interventi Prioritari “ , Lotti di completamento (Collegamento linea a monte del Vesuvio – Piano Fattibilità Tecnico Economico FAP Battipaglia e tratte Paola – Lamezia, Lamezia – Gioia Tauro, Gioia Tauro – Villa S. Giovanni / Reggio Calabria) e progettazioni pregresse”.

Chiaro? Non si realizza quanto scritto dalle norme comunitarie sulle Reti TEN-T, dalle norme scritte in Allegati Infrastrutture approvati dal Parlamento, si deroga dalle risorse a prestito definite in leggi dello Stato, dal PNRR per l’1 lotto Battipaglia /Romagnano.

Può una società pubblica in sfregio alle norme creare debito pubblico sforando il limite di spesa (DM 06/08/201 Tabella A) per il lotto 1 A? Può il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici non richiedere alla Commissione VIA di valutare gli impatti cumulati, a Eboli determinati da bretella, casello e alta velocità, previsto dalla norma e da una specifica sentenza della Corte di Giustizia UE nei confronti della Spagna? Si possono accettare opere pubbliche senza analisi economica seria fatta da soggetti terzi? Opere pubbliche con bilancio del carbonio positivo perché si omette di considerare le emissioni massive dei cantieri e delle gallerie?
Possibile in un contesto di rialzo dei tassi di interesse, e che la riduzione del debito pubblico la si ottiene solo con investimenti pubblici, che generano crescita superiore al tasso medio di interesse del debito?

Spendere dopo il 2026 per la linea tirrenica, dopo l’assassinio del Cilento quando è possibile farlo ora risparmiando 30 miliardi di euro? Ai “sviluppisti ” delle inflazionate opere prioritarie, rispondo che quello che deve crescere è il capitale fisso netto non progetti tra l’altro non sottoposti ad analisi serie.

Dove sono gli organismi istituzionali di verifica e controllo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube