Ora che ho incontrato te di Rosario Pellecchia

Libri & letture consigliate

Di

Recensione a cura di Mariangela Cutrone

Ci sono incontri dettati dal Destino che non si possono fare a meno di assecondare perché grazie ad essi la nostra esistenza cambia direzione e ci proietta in un mondo inedito ricco di emozioni e avventure dalle quali lasciarsi coinvolgere senza limiti e riserve. In “Ora che ho incontrato te”, il nuovo romanzo di Rosario Pellecchia, edito da Feltrinelli, ci sono tanti ingredienti come l’incontro, il viaggio, la passione per la musica blues, il senso di avventura, l’amore e l’amicizia che si intrecciano e fondono creando una narrazione speciale che è in grado di coinvolgere a pieno il lettore.

I protagonisti di questa avventura entusiasmante sono Lorenzo, un broker ridotto al lastrico a causa della dipendenza dal gioco d’azzardo, un quarantenne insicuro, un “eterno Peter Pan” che non ha ancora trovato il suo posto nel mondo e Zoe, una musicista e cantante blues, sognatrice e avventurosa. Si conosceranno in una sera nefasta in cui Lorenzo, in seguito alla notizia del suo licenziamento in una nota società di consulenza finanziaria che lo ha condotto da Roma a New York, deciderà di suicidarsi buttandosi dal palazzo nel quale è ubicato il suo ufficio. Ma proprio nell’attimo in cui deciderà di porre fine alla sua esistenza sentirà la voce di Zoe intonare una nota canzone di Robert Johnson, il noto chitarrista che ha stipulato un “patto con il diavolo” in cambio del talento.
La voce di Zoe, così calda e vitale porterà con sé una ventata di speranza e ottimismo. Da quella sera Lorenzo e Zoe diventeranno inseparabili, due “complici” che condivideranno insieme l’avventura di un viaggio on the road che li porterà all’esplorazione dei territori americani in cui il blues ha lasciato tracce indelebili.

Un romanzo che trasuda amicizia e passione autentica per il mondo della musica in grado di lasciare un segno indelebile nell’animo umano sino a scavare nel profondo per far emergere emozioni, sensazioni e sogni unici che rendono immortali. Una narrazione trascinante e ricca di dettagli, aneddoti sul mondo della musica blues, colori e scenari di cui è difficile non innamorarsi e che fanno venire voglia al lettore di approfondire sull’argomento.

Rosario Pellecchia delinea le sfaccettature psicologiche dei suoi personaggi con minuzia e abilità confermandosi un grande conoscitore dell’animo umano e di tutte le contraddizioni che dimorano in esso. “Ora che ho incontrato te” è una storia avventurosa che ti fa venire la voglia impellente di affrontare un vero e proprio viaggio on the road per rigenerarsi e sentirsi vivi. Una storia che ci fa riflettere su quanto la condivisione sia importante quando si affrontano momenti difficili e non solo, e su quanto certi incontri emblematici sono preziosi per riprendere le redini della propria esistenza perché ci consentono di acquisire nuove consapevolezze, fedeli “amiche di viaggio nel proprio percorso evolutivo mirante a farci diventare ciò che siamo.
Nel viaggio imprevedibile e avventuroso che è la nostra esistenza, come ci ricorda Pellecchia, non può mancare la musica, colonna sonora dei nostri momenti di vita e delle nostre esplorazioni. Aiuta ad affrontare tutto con una marcia in più tirando fuori ciò che spesso fa fatica ad emergere e che invece è la nostra vera essenza. Un romanzo che consiglio vivamente a tutti gli appassionati di musica, a chi crede nel potere del viaggio in grado di curare la propria anima e a chi non smette mai di credere in quegli incontri tra anime che non possono fare a meno di cercarsi per condividere a pieno avventure emozionanti che trasudano emozioni e vita pura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube