Monfalcone. Fdi: Sarkar si dimetta, non c’è spazio per i fondamentalisti islamici

Friuli Venezia Giulia

Di

Fratelli d’Italia chiede con forza le dimissioni del consigliere comunale di Monfalcone Jahangir Sarkar (Gruppo Misto). A scaternare il forte disappunto nei confronti del consigliere è un post pubblico pubblicato sul suo profilo Facebook, in cui compare un video in cui giovani israeliani vengono ritratti a terra dopo essere stati attaccati da organizzazioni tra cui Hamas.

“Il consigliere bengalese Sarkar, anche se oggi trova spazio nel Gruppo misto, è stato eletto con i voti di coalizione del centrodestra che si smarca dalla sua posizione. Alla luce della tragedia che sta accadendo in Israele, troviamo grave la sua presa di posizione ben chiara, con la condivisione di quel post. Deve sapere che nel nostro Paese non c’è posto per il fondamentalismo islamico: chiediamo dunque con forza le sue dimissioni”, dichiara Denis Sartor, capogruppo di Fratelli d’Italia nel consiglio comunale di Monfalcone, a nome dei gruppo consiliare.

“Chiederò presto appuntamento con i vertici di Fincantieri”, aggiunge il senatore Francesca Tubetti, coordinatrice provinciale di Fratelli d’Italia. “È importante che quello che è oggi il colosso della cantieristica navale italiana monitori le ditte del subappalto che usano manovalanza bengalese di religione islamica”. Sul caso Sarkar, diverso da Fincantieri, rincara: ” È inadeguato a stare in Italia dove non ci può e non ci deve essere posto per persone di questo genere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube