Elezioni in Congo, c’è anche un appello per i ragazzi di strada

Mondo

Di

Gli “shegues” al centro del messaggio di cinque reti di associazioni in vista del voto presidenziale del 20 dicembre

ROMA – Non personalizzare la politica ma andare al cuore, con i temi e le proposte sul merito: questo l’appello rivolto da cinque reti di associazioni ai candidati alle elezioni del 20 dicembre nella Repubblica democratica del Congo. L’iniziativa, ha riferito l’emittente Radio Okapi, è promossa da Cepas, Inades Formation, Ebuteli, Acte 2023 e Po Na Congo.

CHI SONO GLI “SHEGUES”

Secondo le reti associative, che hanno presentato l’iniziativa domenica nel quartiere di Masina, nella capitale Kinshasa, è importante che i messaggi elettorali raggiungano e riguardino anche i ragazzi e i bambini di strada, noti localmente con la parola in lingua lingala “Shegues”, di norma esclusi dal dibattito politico. I promotori dell’iniziativa hanno rivolto un appello ai giovani “al voto utile, in favore di un progetto di società di qualità che metta in evidenza i valori repubblicani e non beni materiali come t-shirt o altro”. Il riferimento è all’abitudine di candidati e partiti a fare piccoli doni per ottenere in cambio voti o supporto nei quartieri.

AL VOTO IL 20 DICEMBRE

In Congo il 20 dicembre oltre 43 milioni di aventi diritto potranno scegliere anche il loro nuovo presidente. Il capo di Stato uscente, Felix Tshisekedi, dovrà sfidare tra gli altri il medico chirurgo Denis Mukwege, premio Nobel per la pace per l’impegno di assistenza sanitaria in favore di donne vittime di violenze sessuali nell’est del Paese, in particolare nella regione del Kivu. Dall’area è cominciato nei giorni scorsi il ritiro dei peacekeeper di una missione della Comunità dell’Africa orientale (Eac). Il loro intervento era stato deciso nel 2022 con l’obiettivo di scongiurare la caduta del capoluogo provinciale Goma nelle mani dei ribelli del Mouvement 23 mars (M23), un gruppo armato che nel Kivu resta attivo. fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube