Da Milano l’Ambrogino d’oro a Giulia Tramontano: “Non sia mai più troppo tardi”

Attualità & Cronaca

Di

La ragazza incinta uccisa a Senago, nel milanese, il 27 maggio scorso dall’ex fidanzato Alessandro Impagnatiello

MILANO –  “Allontanarsi dalla terra d’origine e dagli affetti per trovare la propria strada è una scelta forte e racconta tutta la determinazione di una donna dall’attitudine sempre dolce e gentile. La sua giovanissima vita, piena di speranza e ambizioni, viene stroncata da una violenza efferata e ripugnante che uccide anche Thiago, il bambino che porta in grembo“.

Questa la motivazione ufficiale con cui oggi il Comune di Milano ha conferito la medaglia d’oro alla memoria a Giulia Tramontano, la ragazza incinta uccisa a Senago, nel milanese, il 27 maggio scorso dall’ex fidanzato Alessandro Impagnatiello.

“Conservare il suo ricordo, onorare la sua storia, raccontare la tragedia che ne ha spezzato i sogni sono il modo per rifiutare la violenza e i soprusi contro le donne, in ogni forma e manifestazione. Un monito per tutti e tutte a rinnovare l’impegno culturale e sociale nella prevenzione e a lavorare congiuntamente per il sostegno delle vittime. Perché non sia mai più troppo tardi”, concludono le mtivazioni di palazzo Marino.fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube