Per il MIT di Boston, la strategia del ragno nel creare la ragnatela è utile per trovare l’anima gemella

Scienza & Tecnologia

Di

Per il MIT di Boston, la strategia del ragno nel creare la ragnatela è utile per trovare l’anima gemella ed è paragonabile alla composizione di un brano musicale

di Camilla G. Iannacci

Il MIT di Boston ha elaborato con un software, in 3D, le vibrazioni dei fili della ragnatela e ci permette di ascoltarle come un brano musicale.
La strategia del ragno nel creare la sua casa, cioè la ragnatela, presenta una struttura indagata dal Mit che individua in essa elementi della meccanica di Newton e di note musicali.
E’ l’American Chemical Society a comunicare che uno “spartito musicale” inedito del MIT di Boston ha tradotto le vibrazioni dei fili della ragnatela in un brano musicale: siamo in presenza delle “stesse equazioni che usiamo per una corda di chitarra” secondo Buehler del MIT.

Indice dei contenuti

La strategia del ragno
Le strategie del MIT di Boston
La Serendipity nella scienza
La ragnatela come musica
La Serendipity nella scienza
La Ricerca Scientifica e la Bellezza

La strategia del ragno

La ragnatela è un sensore per il ragno, non solo la sua casa: gli consente di dialogare coi propri simili, individuare le prede, l’anima gemella mentre ci consente di capire in che modo “vede” ed “interpreta” il mondo per orientarsi in esso.

Le strategie del MIT di Boston

Buehler del MIT ha partecipato allo studio e ha dichiarato che se “di una proteina dobbiamo seguire le leggi della meccanica quantistica, una ragnatela segue la meccanica newtoniana“, che siamo di fronte ad una vera e propria struttura che va ancora indagata.

La ragnatela come musica

Il mondo dei ragni è fatto di frequenze e vibrazioni che “tradotti” in suoni consentiranno, ancora per Buehler, di comunicare ed intavolare, in futuro, un vero dialogo con questa specie.
Chissà se si potrà anche “fare musica” forse non  “da camera” infatti sarebbe più consono dire “da tela” con l’aracnide.
Nell’attesa, Buehler ci consente, da buon musicista egli stesso, di vivere una vera e propria esperienza immersiva nell’universo di vita e note del ragno tramite l’ascolto delle sue singolari playlist che non comprendono solo i “vezzi” musicali del ragno ma di larga parte del mondo naturale https://m.soundcloud.com/user-275864738

La Serendipity nella scienza

Non è la prima volta che il Mit si interessa della vita degli aracnidi.
Un’altra ricerca, sempre di Buehler, ha visto materializzarsi quella casualità, mai solo tale, in quanto fa capolino a ridosso del contesto e delle ricerche stesse nota come serendipity.
Infatti i ricercatori avevano “sospeso sulla ragnatela un piccolo peso per fare una specie di pendolo”  poi hanno aumentato l’umidità e “il pendolo ha iniziato a ruotare. Era fuori dalle nostre aspettative. Abbiamo pensato subito ai muscoli artificiali”.
Questa inopinata “sospensione” aveva permesso “l’intuizione” che ha portato a dimostrare la specificità di contrazione e torsione della tela del ragno che si presta molto bene alla creazione di muscoli artificiali a differenza di altri materiali testati e non risultati adatti.
Con tanto di plauso dei Dipartimenti di robotica che non aspettavano che mettere le mani sui… muscoli.

La Ricerca Scientifica e la Bellezza

Scienze umane, scienze e tecnologie in continua sinergia aprono orizzonti affascinanti tanto quanto l’arte e l’immaginazione: è la Bellezza del Pensiero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube