fbpx

Collegio uninominale Monopoli: Emanuele Scagliusi il nome dei 5 stelle

Print Friendly, PDF & Email

SPECIALE ELEZIONI

Nel collegio uninominale di Monopoli la sfida sarà tra il Movimento 5 Stelle con il deputato Emanuele Scagliusi, la Lega Nord con l’On. Nuccio Altieri (CentroDestra) e il Partito Democratico con l’ex consigliera comunale Marilù Napoletano (CentroSinistra)

Nelle ultime ore si è completato il puzzle delle candidature ai collegi uninominali in vista delle elezioni politiche del 4 marzo prossimo. Per la Camera, nel collegio uninominale di Monopoli (che ingloba anche i comuni di Adelfia, Alberobello, Casamassima, Castellana Grotte, Cellamare, Conversano, Gioia del Colle, Locorotondo, Mola di Bari, Noci, Polignano a Mare, Putignano e Rutigliano) sarà il deputato Emanuele Scagliusi del Movimento 5 Stellea sfidare l’oramai nota candidatura dell’On. Nuccio Altieri della Lega Nord, scelto dal centrodestra. Per la coalizione di centrosinistra, dopo la rinuncia dell’attuale Sindaco di Polignano e Presidente ANCI Puglia Domenico Vitto, correrà l’ex consigliera comunale in quota PD ed attuale Commissaria dell’ASP Romanelli-Palmieri di Monopoli, Marilù Napoletano. Mentre a sostegno di Scagliusi ci sarà anche il collegio plurinominale con il deputato uscente Giuseppe L’Abbate (M5S) ed i candidati Alessandra Ermellino, Giovanni Vianello e Valentina Palmisano. 

“Ho ricevuto il compito di rappresentare il Movimento 5 Stelle nel collegio uninominale di Monopoli – commenta il deputato Emanuele Scagliusi – e sono già a lavoro per onorare al meglio questo importante riconoscimento. Siamo una grande squadra e da cinque anni stiamo lavorando senza sosta per rimettere gli italiani al centro del nostro Paese. Nei prossimi giorni sarò nelle piazze dei paesi del mio collegio per condividere con i cittadini del nostro territorio i punti del programma di Governo del Movimento 5 Stelle, a sostegno della candidatura a Presidente del Consiglio di Luigi Di Maio”.

 A breve saranno rese note le tappe della campagna elettorale dei vari schieramenti politici e non è da escludersi che nei prossimi giorni, ad affiancare i candidati dei collegi, nelle piazze pugliesi ci siano anche i big della politica italiana.  

“Negli ultimi 25 anni, – continua Scagliusi (M5S) – le politiche di coloro che si definiscono esperti hanno eroso i redditi di lavoratori e pensionati, hanno ucciso la speranza dei ragazzi facendoli scappare all’estero, hanno sepolto le imprese sotto una montagna di tasse, hanno massacrato il territorio e hanno lasciato l’Italia indietro rispetto agli altri Paesi, che oggi risultatno più competitivi. Perché gli italiani dovrebbero credergli un’altra volta ancora? È una questione di credibilità. I 20 punti del Movimento 5 Stelle per migliorare la qualità della vita degli italiani liberano nuove energie e ci proiettano verso un’altra idea di Paese. Siamo pronti a governare se gli italiani ce ne daranno l’opportunità. Con le mani libere – conclude il candidato 5 Stelle – che solo noi possiamo garantire ai cittadini, faremo rinascere l’Italia”.

LA SCHEDA DI EMANUELE SCAGLIUSI

“33 anni, da circa un anno e mezzo sono papà di Lorenzo e vivo a Bari condividendo la gioia di crescere mio figlio con la mia compagna Bianca. Sono cresciuto a Polignano a Mare, dove ho vissuto fino al marzo 2013, quando sono stato eletto alla Camera dei Deputati. Sono da sempre appassionato di informatica e tecnologie, ma prima dell’ultimo esame presso la facoltà di “Informatica e Tecnologie per la Produzione del Software” all’Università di Bari, ho interrotto gli studi per dedicarmi a tempo pieno al ruolo istituzionale affidatomi dagli italiani.  

Insieme agli altri 162 deputati e senatori M5S della XVII Legislatura, sono entrato in Parlamento e sono uno dei 123 che ha mantenuto i patti con gli elettori e con gli italiani. Ho presentato 4 proposte di legge a mia prima firma e circa 80 atti parlamentari tra interrogazioni, interpellanze risoluzioni e mozioni. Inoltre, ci tengo a sottolinearlo perché ne vado fiero, ho restituito ad oggi più di 213 mila euro al fondo per il Microcredito per le piccole e medie imprese, grazie al taglio dell’indennità parlamentare e alla restituzione dei rimborsi non utilizzati.  

Sono pronto a ricandidarmi, dopo aver svolto il mio primo mandato, per sfruttare al meglio l’esperienza che ho maturato in questi anni. Ritengo sia fondamentale dare continuità al gruppo creatosi per essere in grado di poter affrontare al meglio la sfida di governare l’Italia. Ho intenzione di fare tesoro di quanto imparato in questi 5 anni e di quello che persone, come Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio, mi hanno trasmesso, potendo lavorare a stretto contatto con loro. Da deputato del M5S sono membro della Commissione Affari Esteri e Comunitari, Vice Presidente del Comitato Permanente per i Diritti Umani e membro della Commissione Bicamerale Infanzia e Adolescenza. In questi anni, ho anche avuto il compito di rappresentare il M5S in qualità di membro dell’Assemblea Parlamentare dell’OSCE. 

Sono stati anni di battaglie per la tutela dei diritti dei cittadini e della collettività, ma anche di attenzione ai temi locali e regionali: dalla difesa della Costituzione, alle battaglie per i cittadini truffati dalle banche; dalla proposta di legge di riforma delle adozioni internazionali alle richieste di monitoraggio elettorale contro i brogli al fine di garantire un voto veramente libero. Ho intenzione di portare avanti tutto questo, ad esclusivo interesse degli italiani, sperando di migliorare la vita dei cittadini onesti”.

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/01/29/collegio-uninominale-monopoli-emanuele-scagliusi-il-nome-dei-5-stelle
Twitter