fbpx

The South Friends” degli anni ‘60

Eventi&Spettacoli

Tre band in concerto giovedì 25 maggio 2017. Al Teatro Mercadante anche lo storico gruppo di Gravina “The South  Friends” degli anni ‘60

Giovanni Mercadante

Il Lions Club Altamura Host sempre attento nel sociale  fa sapere tramite il suo portavoce Dott.ssa Rosanna Galantucci che è stato organizzato per giovedì 25 maggio 2017 alle ore 20:30 nel Teatro Mercadante un concerto di solidarietà pro terremotati

Si esibiranno per l’occasione tre band: lo storico gruppo di Gravina in Puglia The South Friends; Giacomo Desiante Quartet  e Insolito Pop Gruppo tutto al femminile;

La manifestazione  ha come finalità la raccolta di fondi da destinare alla ricostruzione dell’Università di Camerino (L’Aquila), crollata a seguito del terremoto.

L’evento, sarà realizzato grazie alla collaborazione dei musicisti che si esibiranno gratuitamente e grazie alla sensibilità degli sponsor che lo hanno sostenuto concretamente.

THE SOUTH FRIENDS

Questo gruppo musicale, fondato a Gravina in Puglia nel 1965 da giovani studenti, era costituito da  cinque elementi: Nicola Burdo, chitarra e armonica a bocca (1948, ginecologo in pensione);  Tanino Tedesco, organo Hammond (1948, geometra in pensione); Pierino Silvestri batteria (1943, scomparso nel 2014); Michele Ronzano (1948), cantante; Michele Candido (1948),  cantante. e Walter Divella (194), cantante, ritiratosi per seguire la sua professione.

Negli anni ’60  ci fu un forte exploit di giovani band che tentavano di imitare i favolosi Beatles, i Rolling Stones, i POOH.  Attualmente il gruppo gravinese, ingrossatosi a partire dal 1990,  è composto da 12 elementi, il cui repertorio spazia nel rythm and blues con brani di grandi musicisti. Sono stati vincitori al festival dei gruppi di Reggio Calabria come miglior gruppo rythm and blues meridionale e finalisti nel 1966 al festival di Ariccia di Roma. Nel ‘68 hanno calcato il palco della celebre discoteca romana “Piper” dividendo il palco con noti showmen, nonché duettando a Bologna con il grande Lucio Dalla. Hanno avuto molte occasioni di affermarsi nel mondo della musica, ma non perseguite in quanto preferirono continuare i percorsi di studio che altrimenti avrebbero dovuto interrompere per dedicarsi alle tournée.

Il gruppo si fermò dal 1970 al 1990. Successivamente quando i singoli fondatori si affermarono nel mondo del lavoro, seguirono ulteriori e concrete soddisfazioni, incidendo  dischi e partecipando a delle trasmissioni televisive. Attualmente si dedicano esclusivamente in concerti con finalità solidali.

GIACOMO DESIANTE QUARTET

Giacomo Desiante, nato a Gravina in Puglia, è un noto compositore e arrangiatore. Amante delle tradizioni popolari, ha collaborato come fisarmonicista con il gruppo folkloristico presente nel territorio con il quale ha viaggiato in tutto il mondo ricercando e scoprendo il fascino della musica popolare. In questa occasione proporrà alcuni brani del suo repertorio e non solo. I brani, “Tango pur Claude” di Richard Galiano e Gitan Waltz di Giacomo Desiante, si strutturano su un itinerario sonoro multiforme e suggestivo, in cui la trasversalità della idea di popular music abbraccia l’essenza della musica definita colta. Melodie coinvolgenti e ritmi incalzanti tratteggiano lo spirito di due compositori affini le cui intenzioni vengono perfettamente interpretate dal quartetto strumentale così formato:

Giacomo Desiante, fisarmonica

Anna Dibattista, violino

Franco Fossanova, contrabbasso

Marco Paterno, batteria

INSOLITO POP

Quattro sono le musiciste dell’Insolito Pop, Terry Digennaro (voce), Cecilia Denora (flauto traverso), Angela Pisicchio (violino), Rita Zingariello (arpa elettro acustica e celtica elettrica).

Dopo aver portato a termine gli studi presso il conservatorio di Matera e Lecce, hanno creduto in un progetto nuovo e assolutamente innovativo rispetto alla formazione classica: in uno stile moderno capace di spaziare da brani intramontabili degli anni ‘60 fino ai nuovi suoni della musica di oggi.

A legarle è stata la passione per la musica che negli anni le ha rese molto amiche.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE