Friuli Venezia Giulia

Pesca: a Marano la Triennale valorizza impresa ittica e turismo

Pizzimenti e Bini inaugurano la festa mariana e presentano tre
bandi europei di settore

MARANO LIGURE (UD) – “Una festa che valorizza le
identità locali, le tradizioni religiose, ma anche il legame tra
la terra e il mare, la pesca e il turismo”.

Così gli assessori regionali alle Infrastrutture e territorio,
Graziano Pizzimenti, e alle Attività produttive, Sergio Emidio
Bini, commentano all’unisono il significato della tradizionale
Triennale di Marano Lagunare, festa con cui da oggi la città
celebra la Madonna della Salute.
Un momento importante per la comunità locale, che quest’anno è
coinciso anche con la presentazione da parte del Flag (Fisheries
Local Action Group) – Gruppo di Azione Costiera Friuli Venezia
Giulia di tre importanti bandi europei. 

Diversificazione delle attività connesse alla pesca e
all’acquacoltura, apertura alla vendita diretta, al turismo e
alla immissione nel mercato di nuove specie ittiche. Sono questi
i filoni su cui si sviluppano le tre misure di finanziamento per
le imprese di settore per un valore complessivo di 2,3 milioni di
euro messi a disposizione dal Fondo europeo per gli affari
marittimi e la pesca (FEAMP). 

I 3 bandi prevedono finanziamenti per verificare la fattibilità e
sostenibilità economica dell’immissione sul mercato di nuove
specie ittiche, di nuova presenza nel litorale regionale o
attualmente presenti ma di scarso o nullo valore commerciale; per
sostenere il reddito degli operatori della pesca e
dell’acquacoltura favorendo lo sviluppo delle attività di vendita
diretta e al dettaglio, somministrazione di prodotti ittici di
produzione locale freschi o trasformati; infine, per sostenere il
reddito degli operatori della pesca e dell’acquacoltura favorendo
lo sviluppo delle attività di pescaturismo, turismo legato alla
pesca sportiva, ospitalità, attività ricreative, didattiche, di
servizi alla persona. 

“La Regione sta aiutando il settore consapevole di quanto la
pesca significhi per questo territorio non solo come attività
produttiva, ma anche come comparto attorno al quale possono
svilupparsi forme turistiche innovative. Anche il recupero delle
tradizioni ne è una dimostrazione, se si pensa che la sola
Triennale è capace di attrarre in due settimane oltre 30mila
visitatori” ha commentato Bini.

Il calendario dei festeggiamenti della Triennale intreccia eventi
sacri e laici da oggi a domenica 18 agosto ed ha il suo culmine
nella giornata di Ferragosto con la processione al mare.
Dalle acque della Laguna arriverà, a bordo di una tipica
imbarcazione maranese, la statua della Beata Vergine della Salute
accolta tra i fuochi d’artificio e dalle musiche della banda
Stella Maris. Prima, nel pomeriggio alle 17:30, si svolgeranno,
alla presenza del vescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato,
i Vesperi patriarchini solenni. 

Per Pizzimenti “la festa della Madonna della Salute è
un’occasione per celebrare le tradizioni identitarie del
territorio con il territorio. Quest’anno in particolare
all’elemento enogastronomico si unisce quello culturale con la
valorizzazione della storia della Laguna”.

Alle celebrazioni inaugurali hanno preso parte anche, tra gli
altri, i consiglieri regionali Mauro Bordin e Maddalena Spagnolo,
oltre al sindaco di Marano lagunare e ai sindaci di Carlino,
Porpetto, San Giorgio di Nogaro, Muzzana del Turgnano e Palazzolo
dello Stella.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE