Economia e Finanza

Bankitalia. Reddito pubblico, e’ record

A giugno l’aumento passivo delle amministrazioni e’ di 2.386 miliardi

Il debito pubblico italiano segna un nuovo record: a giugno il passivo delle amministrazioni pubbliche ‘e’ aumentato di 21,5 miliardi rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.386,2 miliardi’, un livello mai toccato prima che supera il record di aprile (2.373,3 miliardi). Lo scrive la Banca d’Italia nel rapporto ‘Finanza pubblica: fabbisogno e debito’. Il debito delle amministrazioni centrali e’ aumentato di 22,6 miliardi, quello delle amministrazioni locali si e’ ridotto di 1,1.

A giugno il debito delle Amministrazioni pubbliche e’ aumentato di 21,5 miliardi rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.386,2 miliardi. Banca d’Italia pubblica i dati nella pubblicazione statistica ‘Finanza pubblica: fabbisogno e debito’ della Banca d’Italia. L’incremento, indica Bankitalia, riflette l’aumento di 20,5 miliardi delle disponibilita’ liquide del Tesoro (a 67,7 miliardi; erano pari a 48,4 miliardi a giugno 2018) e l’effetto complessivo degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione dei tassi di cambio che hanno aumentato il debito di 1 miliardo. Con riferimento alla ripartizione per sottosettori, il debitodelle Amministrazioni centrali e’ aumentato di 22,6 miliardi, quello delle Amministrazioni locali si e’ invece ridotto di 1,1 miliardi. Il debito degli Enti di previdenza e’ rimasto pressoche’ invariato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE