fbpx

Acciaieria Arvedi – spegnimento impianti, proseguono i lavori del tavolo tecnico

Friuli Venezia Giulia

TRIESTE – Si è tenuto questo pomeriggio presso la Prefettura U.T.G. di Trieste il secondo tavolo tecnico in ordine alle attività previste per lo spegnimento degli impianti dell’Acciaieria Arvedi spa di Servola. Al tavolo prefettizio erano presenti rappresentanti del Comando Provinciale Vigili del Fuoco, Comune di Trieste, ARPA Friuli Venezia Giulia, Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina, Acciaieria Arvedi spa, nonché i Rappresentanti per la Sicurezza dei Lavoratori di Arvedi Spa. Presente altresì il rappresentante della Direzione centrale difesa dell’ambiente, energia e sviluppo sostenibile della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Nel corso dell’incontro sono state riepilogate le fasi di spegnimento dell’impianto siderurgico di Servola.

L’Azienda ha precisato che il cronoprogramma presentato nel corso del precedente incontro del tavolo sarà rispettato per quanto riguarda la sequenza delle operazioni di spegnimento, previsto entro il mese di marzo. L’Azienda ha ribadito l’impegno a comunicare tempestivamente alla cittadinanza l‘avvio delle fasi più delicate della procedura. 

L’Azienda ha assicurato che tutti i documenti relativi allo spegnimento degli impianti saranno messi a disposizioni degli RLS in un’ottica di massima trasparenza e collaborazione. Ha confermato, inoltre, che gli impianti, pur operando attualmente a regime ridotto, non presentano problemi dal punto di vista della sicurezza.

Sul fronte delle attività di controllo, Arpa ha segnalato che il 17 febbraio è stato effettuato un secondo sopralluogo congiunto all’interno dello stabilimento siderurgico allo scopo di verificare il posizionamento delle dotazioni aggiuntive previste.

Nel corso dei lavori è stato convenuto che gli RLS potranno far pervenire al gruppo di lavoro, per il tramite dell’Azienda sanitaria, eventuali osservazioni sulle tematiche della sicurezza.  

Proseguiranno i sopralluoghi finalizzati a verificare i presidi per la sicurezza dei lavoratori, nonché quelli ambientali e le misure di autocontrollo e le viste nell’ambito delle disposizioni AIA.

Sono previsti nei prossimi giorni ulteriori incontri del tavolo tecnico.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE