fbpx

Potenziamento rete ospedaliera

Politica italiana

Tabella regione per regione

Le Regioni promuovo potenziamenti della rete ospedaliera per l’emergenza sanitaria e il sistema delle urgenze. Si devono in particolare aumentare i posti letto in terapia intensiva.

L’assessore della regione Lombardia al Welfare Giulio Gallera rileva che il “recupero” dei respiratori per l’ospedale nella Fiera di Milano “deve avvenire nei prossimi 3-4 giorni, non si può aspettare settimane”.

“Noi – aggiunge Gallera – lavoriamo sulle ore. Ieri eravamo quasi a zero posti letto di terapia intensiva”. Cresce nel contempo a Roma la rete degli ‘hub’ ospedalieri dedicati al coronavirus: una terza struttura, annuncia il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, sarà operativa da domani a Casalpalocco, e un ‘Covid5’ sarà attivo da oggi ed è operativo all’Eastman Policlinico Umberto I.
“È partito l’elicottero dell’Ares 188, attraverso il sistema di Protezione Civile, per trasferire 2 pazienti dalla Lombardia a Roma per assistenza in terapia intensiva”, riferisce  l’assessore regionale del Lazio alla sanità Alessio D’Amato: “stiamo cercando di dare il massimo sostegno alla Regione Lombardia in uno spirito unitario e solidale”.

“Con i presidenti delle Regioni – spiega il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini – abbiamo deciso all’unanimità la condivisione delle misure restrittive che erano state indicate. Ora bisogna che il governo acceleri sui dispositivi medici di protezione personale. A lavorare si va  solo se ci sono tutte le condizioni di sicurezza”, e annuncia, come presidente della regione Emilia-Romagna, di stare “per firmare l’accordo con la sanita’ privata per accogliere pazienti contagiati e aumenteranno i posti in terapia intensiva”.
“Questa emergenza – spiega il presidente della regione Veneto, Luca Zaia – per noi significa un migliaio di persone in più nella sanità e dà la dimensione delsacrificio chiesto a questa comunità. Medici e personale sanitario che si aggiungerà alle 525 richieste di medici, infermieri e Ossper le quali la Regione Veneto aveva già pubblicato un bando neimesi scorsi, grazie al provvedimento del governo che ha ampliato la possibilità di utilizzo di medici in pensione e specializzandi. In totale hanno risposto al bando regionale 486 persone che si aggiungono appunto alle 525 che avevamo già previsto”.
Il presidente della regione Liguria, Giovanni Toti, si raccomanda: “non andate in ospedale se pensate di avere sintomi da coronavirus, chiamate il 112 in caso di necessità, ricordandovi che la maggior parte delle persone affronta il virus a casa, senza complicazioni né bisogno di cure ospedaliere”. Toti quindi aggiunge: “C’è ancora grande penuria di mascherine: ieri sera ne sono arrivate 4500 modello FFP2 dalla Protezione Civile nazionale, che però bastano a coprire il fabbisogno dei nostri ospedali per un solo giorno. Stiamo lavorando per creare al più presto un nostro canale di rifornimento per aiutare medici, infermieri, operatori della sanità e tutti coloro che hanno bisogno dei sistemi di protezione”.
Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, dichiara che “c’e’ stata una notevole accelerazione per la realizzazione dell’ospedale in Fiera Milano. Sono ottimista, aspettiamo le ultime risposte sui respiratori”.
Intanto il Governo annuncia nuove misure, Bisogna “garantire agli italiani di rientrare in Italia, ma avere anche la garanzia che chi entra ed è stato in Paesi dove non sono state prese le misure di contenimento, venga messo nelle condizioni di sicurezza. Stiamo costruendo un ulteriore pacchetto di questo tipo per proteggere le persone”, annuncia il ministro delle infrastrutture e trasporti Paola De Micheli, e il ministro degli Esteri Luigi Di Maio spiega che “nella costruzione di un ulteriore pacchetto di misure, bisogna prevedere di mettere in quarantena anche gli italiani che rientrano dall’estero. Sono misure stringenti ma necessarie”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE