fbpx

“Tigri di carta” vincitore del Premio Letterario Rtl 102.5-Mursia Romanzo Italiano

Arte, Cultura & Società

Volevo raccontare uno spaccato dell’Italia di oggi attraverso le vicende di una famiglia. La precarietà dei giovani, le difficoltà delle donne e la mancanza di meritocrazia emergono nelle vite dei tre fratelli: persone normali, che chiunque di noi potrebbe conoscere. Mi piaceva anche mettere a confronto le generazioni per comprendere meglio le ragioni di ciascuno.“, dichiara Sara Recordati autrice di Tigri di Carta (Mursia).

 Vincere il concorso è stata una sorpresa bellissima! Essere scelta da una giuria popolare, come quella degli ascoltatori di  Rtl 102.5 mi riempie di orgoglio, significa che le mie parole arrivano al cuore delle persone con immediatezza, riuscendo a tenerle incollate alla pagina fino alla fine. Davvero il massimo per uno scrittore! Felicità alla quale si aggiunge la gioia di essere pubblicata da Mursia. Quando ero alle elementari ero già una piccola lettrice accanita e mi leggevo tutti i romanzi di Salgari dell’editore Mursia. Questa casa editrice per me ha davvero un valore sentimentale!“: aggiunge la vincitrice.

Nel romanzo la storia di tre fratelli milanesi, Michele, Eugenia ed Ettore, e della loro famiglia. Le vicende del passato s’intrecciano con quelle del presente, nel quale Michele è un medico ortopedico di successo con una bella moglie e due figli. Eugenia invece è single e tenta disperatamente di perseguire la carriera universitaria, con tutte le difficoltà del mondo accademico italiano. Ettore, infine, vive la precarietà dei tempi ed è alle prese con l’accettazione della propria omosessualità. Quando Michele, apparentemente il più realizzato dei tre, perde la testa per Anna, una collega appena conosciuta, il suo mondo entra in crisi: le certezze vacillano e con lui quelle di tutta la famiglia, finché i segreti del passato verranno a galla facendo cadere il castello di carte.

Sara Recordati è nata nel 1972 a Milano, dove si è laureata in Lettere con indirizzo in Storia dell’arte. Dopo la laurea ha conseguito un diploma di specializzazione, durante il quale ha vissuto a New York, lavorando presso il Solomon R. Guggenheim Museum e il Metropolitan Museum of Art. Rientrata in Italia, è diventata giornalista professionista e ha collaborato con diverse testate, tra cui il «Corriere della Sera». Oggi lavora nella redazione del settimanale «Gente» come esperta di spettacoli e cinema. Nel 2018 ha pubblicato il suo primo romanzo, La figlia sconosciuta.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE