fbpx

UK – Ue accordo fatto!

Estero

Foto Holirood.com

L’accordo riguarda soprattutto le dogane , per il cui funzionamento Londra dispiegherà 1100 funzionari in più sia per il transito delle merci che delle persone. Quanto agli gli scambi di studio e la ricerca , futuro incerto per il programma Erasmus e per il programma di ricerca Horizon. In sostanza, dall’anno prossimo gli studenti UE dovranno chiedere il visto e le rette universitarie che dovranno pagare raddoppieranno , anche fino a 30 mila euro l’anno. Per i giovani europei che sono già in Gran Bretagna al 31 dicembre non cambia nulla.

Quanto all’immigrazione, dal 1° gennaio chi arriva per lavoro dovrà avere un visto, che potrà ottenere solo con un’offerta di lavoro e un salario di almeno 28 mila euro circa. Agevolazioni, invece, a chi ha un dottorato di ricerca, in particolare se in materie scientifiche, mentre più difficile sarà ottenere posti di lavoro come camerieri o commessi. I turisti, invece, non avranno bisogno di visto, tuttavia sarà necessario il passaporto e il soggiorno non potrà superare i tre mesi.

In campo economico, l’accordo non copre il settore finanziario, ma, come è noto da tempo, le aziende della City sono già corse ai ripari, spostando personale e attività in altri Paesi europei. Infine , per l’interscambio economico con l’Italia, quest’anno la pandemia ha visto i volumi contrarsi di circa il 20 per cento. Si prevede , tuttavia, che il 2020 si chiuderà con un interscambio di circa 25 miliardi. Gli altri dettagli del piano di Brexit, poi, si conosceranno nei prossimi giorni.  


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE