fbpx

Rutelli, “tutte le strade partono da Roma”

Arte, Cultura & Società

Partiamo dal chilometro zero, dalla statua di Marco Aurelio sulla piazza del Campidoglio, e proseguiamo per 28 secoli di storia. Camminando lungo le strade di Roma – dalle più antiche e celebri ai vicoli più nascosti – e attraverso stratificazioni e percorsi inattesi raggiungeremo presto ogni capo del mondo. Ad accompagnarci in questo viaggio è una guida d’eccezione con un libro, sorprendente e originale, che è al contempo una dichiarazione d’amore per la città. Francesco Rutelli è autore di “Tutte le strade partono da Roma”, con fotografie di A. Jemolo, pubblicato da Laterza.

Su cosa camminiamo quando percorriamo le strade di Roma? “Sul tetto di case antiche” avrebbe risposto Montaigne, perché è l’unico luogo dove i resti sono “profondi fino agli antipodi”. Costruzioni, distruzioni, ricostruzioni, sovrapposizioni, riutilizzi. Strutture edificate e dissolte, mai scomparse seppure incendiate, ridotte a calce, annichilite o trafugate, perché trasformate, riemerse casualmente o reinventate. Se vogliamo conoscere Roma, la città dalle infinite stratificazioni, dobbiamo avvicinare la complessità. A chi vuole polarizzare e dividere, Roma ricorda che sono pluralità e diversità a fare la bellezza, la fierezza, la forza dell’esperienza umana.

Rutelli ha svolto fino al 2013 funzioni politiche e istituzionali (in Parlamento, come vicepremier e ministro della Cultura). È stato il primo sindaco di Roma eletto dai cittadini (1993-2001) e il più votato. Oggi è presidente dell’Anica (industrie del cinema e dell’audiovisivo) e coordina associazioni e iniziative per il patrimonio culturale e l’ambiente. Ha creato il Soft Power Club e la Scuola di Servizio Civico per formare una nuova leva di giovani amministratori. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE