fbpx

Il gigantesco platano calabrese sarà l’albero più amato d’Europa?

Cronaca

“È un monumento nazionale, di una varietà unica e nel suo tronco può ospitare anche una scolaresca” ha dichiarato il sindaco di Curinga, in prov. di Catanzaro, commentando il gigantesco platano che concorre al premio “European Tree of the Year 2021”.

Il “Gigante buono”, così è soprannominato il millenario albero dalla bellezza imponente e dalle dimensioni straordinarie (31,5 metri di altezza e 14,75 metri di circonferenza del tronco) tanto da essersi aggiudicato il primato di più grande platano d’Italia.

La sua età è stimata intorno ai mille anni ma le radici potrebbero essere più datate. Collocato all’interno di un bosco di pino nero, è distante alcune centinaia di metri dai ruderi dell’Eremo di Sant’Elia Vecchio, costruito dai monaci basiliani intorno al IX secolo.

 “Questo è un monumento nazionale, dopo avere vinto la selezione nazionale come albero più amato d’Italia, adesso con l’aiuto di tutti speriamo di diventare l’albero più amato d’Europa”. Questo è l’augurio del sindaco di Curinga Vincenzo Serrao che specifica “si tratta di una varietà unica in Europa, perché è un Platano orientale. All’interno del tronco c’è un incavo in cui può entrare anche una scolaresca. La storia narra anche di interi greggi che, con i propri pastori, si sono nascosti per le intemperie, così come sarebbe avvenuto anche per i briganti. Chiediamo a tutti di darci una mano perché rappresenta un momento esaltante per tutti i calabresi”.

L’invito è quello di votare questo “monumento nazionale” affinché diventi l’albero più amato d’Europa. Una importante occasione di sviluppo per la comunità di Curinga.

Link per votare https://www.gianttrees.org/it/tree-of-the-year#:~:text=Per%20completare%20la%20votazione%20dovrai,per%20la%20validazione%20del%20voto

redazione@corrierenazionale.net


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE