Bimbo di sei anni massacrato di botte a Genova, indagati i nonni

Attualità & Cronaca

Di

Il piccolo si trova ora ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Gaslini di Genova con fratture a otto vertebre e a un braccio, lesioni alla milza e un polmone collassato

di Alessandra Rossi

 Violenza minori bambini

 

AGI – É indagato in stato di libertà, per lesioni gravissime, il compagno della nonna del bimbo di 6 anni trovato gravemente ferito a Ventimiglia la mattina del 19 dicembre scorso. L’uomo è stato a lungo interrogato ieri pomeriggio dal pubblico ministero. A quanto si apprende, avrebbe picchiato il bambino, attualmente ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Gaslini di Genova, ma ancora non è chiaro il motivo.

L’uomo si era presentato ieri in commissariato a Ventimiglia, accompagnato dal proprio avvocato, per rendere spontanee dichiarazioni.

La mattina del 19 dicembre il bambino era stato affidato alla custodia della nonna e del suo compagno. La coppia aveva raccontato che, a causa di un momento di distrazione, avevano perso di vista il piccolo e poi lo avevano ritrovato vicino casa in strada, ma ferito. Il bambino era stato raccolto dal compagno della nonna e portato in auto sul posto di lavoro del padre, ad almeno 2 chilometri di distanza dal luogo del ritrovamento: l’uomo parlò di un investimento da parte di un’auto pirata, ma le telecamere della zona non avevano rilevato il passaggio di mezzi.
Il piccolo aveva riportato fratture a otto vertebre e a un bracciolesioni alla milza e aveva un polmone collassato.

Oltre al compagno della nonna del bimbo di sei anni, ferito gravemente lo scorso 19 dicembre a Ventimiglia, è stato iscritto nel registro degli indagati per lesioni gravissime anche la nonna stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube